Case studies | Musei e biblioteche
Barnes Foundation Art Gallery

Le tecnologie di depurazione dell’aria hanno fornito una pulizia ad alta efficienza dell’aria rimuovendo particelle ultrafini e contaminanti in fase gassosa.

Le condizioni ambientali erano prioritarie nella progettazione per proteggere una delle più belle collezioni d’arte al mondo utilizzando livelli di temperatura e umidità costantemente stabilizzati negli spazi della galleria dove le temperature di 70 ° F e l’umidità relativa del 50% vengono mantenute durante tutto l’anno. La struttura comprende una galleria principale, aule, giardino, corte luminosa interna, auditorium, galleria di esposizioni speciali, studio di conservazione dei dipinti, biblioteca, ristorante, caffetteria, negozio di souvenir e uffici. Una tettoia traslucida si trova sopra l’edificio in pietra per irradiare la luce indiretta sugli spazi interni.

Soluzione

Progetti specifici di Sistemi di depurazione dell’aria con filtri V8 (a polarizzazione attiva) e Filtri a Carboni Attivi a Matrice (ACM) per il controllo ottimale del particolato fine ed ultra – fine, odori, COV, compresa la depurazione dell’aria esterna immessa. Sistemi di modellazione energetica sono stati impiegati, in svariati contesti, durante la realizzazione degli ambienti per supportare la Certificazione LEED. I sistemi meccanici sono stati utilizzati per un periodo di nove mesi prima che qualsiasi opera d’arte venisse spostata nell’edificio, per condizionare adeguatamente l’ambiente per l’opera d’arte e garantire che i sistemi funzionassero come previsto.

Risultati

Le tecnologie di depurazione dell’aria hanno fornito una pulizia ad alta efficienza dell’aria rimuovendo particelle ultrafini e contaminanti in fase gassosa. La bassa resistenza statica consente di risparmiare energia riducendo la potenza della ventola richiesta per spostare l’aria attraverso il sistema HVAC. Inoltre, la lunga durata del filtro V8 si traduce in un minore impatto ambientale e in minori costi di manutenzione. L’andamento MERV13 (F7) MERV15+ (F9), così come i risparmi energetici, hanno contribuito ad ottenere punti per la Certificazione LEED. Il museo è stato progettato per superare le prestazioni, dello standard energetico ASHRAE 90.1, di un impressionante 43%. Oltre al filtro V8, altre tecniche che contribuiscono a questi risparmi incluso il recupero termico ed il controllo a domanda dell’aria di ventilazione, i pannelli solari e le proprietà termiche dell’involucro, insieme a soluzioni di ombreggiatura che aiutano a contenere l’aumento di apporto di calore.