Standard tecnici

La classificazione dei filtri HVAC (Heating, Ventilation and Air Conditioning)

La scala di valutazione MERV e gli standard ASHRAE.

MERV

MERV è l’acronimo di Minimum Reporting Reporting Value. La scala di valutazione MERV è stata creata dall’American Society of Heating, Refrigerating and Air-Conditioning Engineers (ASHRAE) nel 1987 e rimane lo standard industriale per la classificazione dei filtri HVAC. In sostanza, la valutazione MERV di un filtro ti dirà quanto è efficace quel filtro nella raccolta di polvere e particelle. Le valutazioni MERV vanno da 1 a 20. La scala di valutazione MERV è universale in tutto il settore HVAC, quindi è utile per confrontare marche e tipi di filtri.

Che cosa significano le valutazioni MERV?

La valutazione MERV assegnata a un filtro è la misura di quanto sia efficace quel filtro nel rimuovere particelle piccole e grandi dall’aria. Più alto è il numero, più piccole sono le particelle che il filtro può intrappolare.

MERV 1-4
I filtri con un punteggio di 1-4 proteggono solo dalle particelle più grandi. Cose come polvere, polline, fibre del tappeto e parti del corpo scarafaggio possono essere controllate con questi filtri. Si trovano spesso in unità finestra residenziali e non fanno molto per migliorare la qualità dell’aria nella vostra casa.

MERV 5-8
Se un filtro ha un valore MERV di media qualità (compreso tra 5 e 8), raccoglierà lacca per capelli, spore di muffa, peli di animali domestici e escrementi di acari della polvere. Generalmente, tra il 20% e il 70% delle particelle grandi vengono catturate con questi filtri. Di solito sono una buona opzione per i sistemi residenziali.

MERV 9-12
Un filtro con un valore MERV di alta qualità (compreso tra 9 e 12) può raccogliere fino al 90% di particelle d’aria. Questi sono i filtri di migliore qualità che puoi acquistare per attrezzature residenziali e sono vantaggiosi se tu o un membro della famiglia soffri di gravi allergie o asma. Si trovano spesso anche in sistemi commerciali.

MERV 13+
I filtri con un valore MERV molto elevato (13+) vengono generalmente utilizzati negli ospedali e negli ambienti di produzione. Sono progettati per filtrare particelle molto piccole come quelle che si trovano in virus, fumo, batteri e altro. La maggior parte delle apparecchiature residenziali non è compatibile con i filtri con valori nominali in questo intervallo.

ASHRAE

Le prestazioni di un filtro sono una voce estremamente importante per determinare la scelta dell’apparecchiatura più idonea al compito per cui è destinata, in funzione del tipo di particolato e delle condizioni del flusso d’aria da trattare. Gli standard tecnici sono nati e si sono evoluti per poter fornire indicazioni il più possibile attendibili e precise relativamente alla definizione e determinazione dei parametri utili a caratterizzare tali prestazioni. Sono strumenti elaborati appositamente per fornire metodologie di misura e caratterizzazione dei risultati, affinché l’utilizzatore finale sia in grado di operare scelte e confronti sulla base di dati sperimentali oggettivi.

Nel settore dei filtri per particolato, gli standard più comunemente utilizzati sono quelli elaborati dall’ASHRAE Americana (American Society of Heating, Refrigerating & Air-Conditioning Engineers), nella fattispecie lo standard ASHRAE 52.2 ed il precedente ASHRAE 52.1, e quelli europei, nella fattispecie gli standard EN 779 ed EN 1882.

Questi standard forniscono ciascuno delle metodologie di prova e di “classificazione” dei filtri, basate sulla determinazione di alcuni parametri che sono però differenti tra uno standard e l’altro. Risulta perciò utile e necessario avere a disposizione delle tabelle di raccordo tra i vari standard così che si possano operare congrue comparazioni e scelte oculate.

Quella che proponiamo qui di seguito è una tabella comparativa elaborata dagli estensori della EN 779.

Arrestanza
(ASHRAE 52.1)
Efficienza
(ASHRAE 52.1)
MERV
(ASHRAE 52.2)
Classi di efficienza
(EN 779 – EN 1882)
Particelle Campi di
Applicazione
60-80% < 20% MERV1 – MERV4 G1-G2
80-90% < 20% MERV5 G3 3 – 10 micron Cabine
Verniciatura
90-95% 20-30% MERV6 G4
95-98% 25-40% MERV7 – MERV8 G4 Uffici,
alberghiero,
Ristorazione
0,99 50-60% MERV9 – MERV10 M5 1 – 3 micron
0,99 60-70% MERV10 – MERV11 M6
0,99 70-80% MERV12 – MERV13 M6
0,99 80-85% MERV13 F7 0.3 – 1 micron
0,99 80-90% MERV13 – MERV14 F7
0,99 90-95% MERV14 – MERV15 F8
95% MERV15 F9
N/A 95% DOP MERV15 E11

Arrestanza
Esprime il rapporto tra la massa di particolato trattenuta dal filtro e quella complessiva utilizzata per il test.

MERV (Minimum Efficiency Reporting Value)
Metodo per la determinazione dell’efficienza frazionale (l’abilità di un filtro di catturare particelle di differenti dimensioni, indicata per ogni intervallo dimensionale testato) dei filtri polvere. Va sempre associato al valore della velocità dell’aria utilizzata per eseguire il test.

Classi di Efficienza
Classi G: basate sui valori di Arrestanza media (calcolata con metodo gravimetrico) a una perdita di carico finale di 250 Pa;
Classi M: basate sull’efficienza media relativa a particelle di dimensioni 0,4 micron a una perdita di carico finale di 450 Pa;
Classi F: basate sull’efficienza minima e sull’efficienza media relativa a particelle di dimensioni 0,4 micron a una perdita di carico finale di 450 Pa.

Tipo
Di filtro
Classe
Di efficienza
Arrestanza
Media (%)
Efficienza
Media (%)
A 0,4 micron
Perdita
Di carico
Finale
Efficienza
Minima (%)
A 0,4 micron
Grossolano G1 50 ≤ Am < 65 250
G2 65 ≤ Am < 80 250
G3 80 ≤ Am < 90 250
G4 90 ≤ Am 250
Medio M5 40 ≤ Em < 60 450
M6 60 ≤ Em < 80 450
Fine F7 80 ≤ Em < 90 450 35
F8 90 ≤ Em < 95 450 55
F9 95 ≤ Em 450 70