Notizie
La Qualità dell’Aria influenza le prestazioni sportive – e lavorative…
16.03.2016

Sullo scarso rendimento in una prestazione sportiva influisce anche l’inquinamnto atmosferico

Una ricerca dimostra che lo scarso rendimento in una prestazione sportiva non ha solo una causa mentale, ma l’inquinamento atmosferico influisce sui giocatori in gara. Un istituto tedesco è arrivato a queste conclusioni dopo aver esaminato 3.000 partite di calcio tra il 1999 e il 2011.

I ricercatori Andreas Lichter, Nico Pestel and Eric Sommer del IZA Economic Institute in Bonn, suggeriscono che i “risultati confermano ed estendono recenti evidenze sugli effetti negativi dell’inquinamento atmosferico ambientale sul rendimento della corsa breve “. Nel corso della ricerca si sono concentrati sul numero di passaggi di un giocatore in relazione all’inquinamento atmosferico. Si è dimostrato che, quando l’inquinamento atmosferico supera il limite UE di particolato (PM10) di 50 microgrammi per metro cubo (il 7% dei casi), i giocatori hanno performance negative del 16%.

Secondo i ricercatori “mentre il numero dei passaggi non è di per sé una misura di performance fisica, serve come indicatore preferenziale di produttività quando è in relazione alla velocità della gara; è un parametro importante e maggiormente rilevante per un team di successo sia per il possesso palla che per il numero di opportunità creative che si creano […] Inoltre i passaggi rappresentano un parametro attendibile, in quanto parte essenziale del gioco, in quanto condizionano positivamente le possibilità del gioco stesso”.

I risultati mostrano che giocatori “vecchi” sono più condizionati dall’inquinamento dell’aria rispetto ai giocatori più giovani. I giocatori over 30 hanno sperimentato maggiori effetti negativi dell’inquinamento dell’aria. Queste conseguenze sono anche presenti quando i giocatori hanno un minor numero di giorni di riposo tra le partite. Anche la posizione in campo gioca un ruolo determinante. “Difensori e centrocampisti si sono dimostrati molto sensibili agli effetti dell’inquinamento: infatti sono ruoli molto impegnati nella gara ed esercitano un grande numero di passaggi”.

I ricercatori suggeriscono che i risultati vengano estesi ai lavori poco specializzati, in mansioni come l’edilizia, servizi sociali ed agricoltura. Questi lavoratori sono spesso esposti ad alti livelli d’inquinamento dell’aria ed i ricercatori indicano che questi soggetti possano avere effetti similari nelle loro performance operative. Questo rappresenta un danno per l’economia, dal momento che un calo della produttività causerà un calo della produzione economica.

I risultati mostrano che minor inquinamento dell’aria porta a più produttività. È quindi importante creare un ambiente pulito e sano per i lavoratori: eliminando il particolato dall’aria le loro performance aumentano.